AMORE E GINNASTICA

spettacoli13Teatro Boccaccio

giovedì 26 gennaio
turno Unico


Il Teatro delle Donne

AMORE E GINNASTICA

di Edmondo De Amicis
adattamento teatrale di Stefano Massini
con SILVIA FRASSON
musiche originali eseguite dal vivo da Tommaso Ferrini
disegno luci Carolina Agostini


Dotata di gestualità ed espressività fuori dal comune, l’attrice domina la ribalta per più di un’ora: parla da sola, dialoga con se stessa, ride, piange e diverte divertendosi. Non ha bisogno di nulla, né di costumi appariscenti né di scenografia. Il lavoro di Silvia Frasson è encomiabile. Lei è anziana, adolescente, civettuola, frigida, orgogliosa, uomo, donna e bambina e lo è sorprendentemente allo stesso convincente modo. Di chiunque indossi i panni, la Frasson dice sempre la verità.

Martina Di Marcoberardino
per Persinsala Teatro

Lui sfigato, lei bellissima, i vicini pettegoli e l’amore ai tempi e ai modi di fine 800 ma così tanto simile ai giorni nostri. Una storia d’amore di fine 800, in un condominio torinese, fra inquilini, usci socchiusi, sporte della spesa, zitelle curiose e rampe di scale da percorrere in tutta fretta. Riuscirà il nostro timido e impacciato eroe, tra tumulti di cuore e maldestre dichiarazioni d’amore, a strappare un sorriso, un buffetto, un saluto, alla sua amata che corre via noncurante delle sue attenzioni? La tragicomica passione del giovane impacciato ex-seminarista Celzani per la spavalda moderna insegnante di ginnastica Maria Pedani. E intorno i vicini, curiosi, impertinenti, gli sguardi, gli impacci e gli impicci, le chiacchiere, i fraintendimenti che fanno di questa storia una rocambolesca avventura sentimentale tutta da ridere, da assaporare tutta d’un fiato. Il De Amicis che non ti aspetti: in “Amore e Ginnastica”, edito nel 1890, egli riversò quell’ironia, malizia e senso del grottesco che non si era potuto permettere in “Cuore”.